Riepilogo news

Nozioni di base sull’EGR:

Il sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR) è talvolta frainteso per quanto riguarda la sua funzione e lo scopo. In molti paesi del mondo, le emissioni di ossido di azoto (NOx) dei veicoli diesel e benzina sono limitate dalla legge. L’EGR è una soluzione tecnica efficace per controllare i valori di NOx. Il principio dell’EGR è di funzionare quando una parte controllabile del gas di scarico viene fatto ricircolare nel motore.


L’EGR è utilizzato come uno dei componenti chiave nella riduzione delle emissioni di gas di scarico e inquinanti nell’atmosfera. Dall’introduzione della normativa Euro 6 con una riduzione del 55% degli ossidi L’EGR è utilizzato come uno dei componenti chiave nella riduzione delle emissioni di gas di scarico e inquinanti nell’atmosfera. Dall’introduzione della normativa Euro 6 con una riduzione del 55% degli ossidi di azoto da Euro 5. Tra le normative Euro 5 ed Euro 6 sui motori diesel l’emissione di ossidi di azoto (NOx) è calata da 180 a 80 mg per chilometro percorso.


Maggiore è la temperatura dei gas di scarico (oltre 1800°C), maggiore è la quantità di ossidi di azoto! L’EGR è progettato per far ricircolare i gas di scarico nel collettore di aspirazione, in questo modo è possibile abbassare la temperatura dei gas di scarico fino a 300°C.

Il sistema di ricircolo dei gas di scarico è composto da due componenti principali, la valvola EGR e il radiatore EGR. Se parte dei gas di scarico raffreddati viene restituita al collettore di aspirazione, la temperatura di combustione della miscela di carburante diminuirà. Più bassa è la temperatura di combustione, meno si formano ossidi di azoto. Ecco a cosa servono i radiatori nel sistema EGR.

Il radiatore è progettato per raffreddare i gas di scarico che tornano nel collettore di aspirazione. Il radiatore è inoltre dotato di una valvola di bypass che chiude il radiatore e fa ricircolare i gas caldi nel collettore di aspirazione, aiutando ad aumentare la temperatura del motore più rapidamente fino a ±60°C prima di chiudersi.

La valvola EGR controlla la quantità di gas di scarico che viene fatta circolare nel collettore di aspirazione. Il sistema EGR dei veicoli moderni è controllato dall’elettronica: l’unità di controllo del motore (ECU) è responsabile dell’apertura della valvola rilevando le misurazioni da molti sensori (ad esempio: il sensore di massa d’aria e il sensore Lambda, i sensori di temperatura dei gas di scarico (EGTS).


Quando si deve sostituire la valvola EGR, si consiglia anche di sostituire contemporaneamente il radiatore EGR. Il motivo principale per farlo è che porre una nuova valvola EGR insieme a un radiatore contaminato, potrebbe abbreviare la durata della nuova valvola EGR.


Guasti EGR:

Segni di guasto alla valvola EGR:

• Controllare che la spia del motore sia accesa (codici diagnostici di solito nei P0400 bassi)
• Potenza ridotta
• Aumento del consumo di carburante
• Suoni metallici, colpetti
• Motore al minimo irregolare


Installazione EGR:

Durante l’installazione e dopo la nuova valvola e il dispositivo di raffreddamento, ci sono diverse cose che devi fare.

CONTROLLO GENERALE:

• In alcuni sistemi, la posizione della valvola EGR è regolata dall’unità di controllo del motore. Vale la pena controllare prima del montaggio.
• A motore acceso, è possibile leggere i parametri EGR con un dispositivo diagnostico e determinare così un corretto funzionamento.
• I valori comparativi del controllo EGR e la massa d’aria determinata forniscono anche informazioni su un corretto funzionamento. Se la valvola EGR è attivata, è necessario misurare una massa d’aria inferiore.


ISPEZIONE VISIVA:

• Controllare le linee del vuoto e/o il cablaggio elettrico con i connettori.

DIAGNOSI DELL’OPERATORE:

• Attraverso la sensazione e/o l’udito è possibile determinare se la valvola di commutazione elettrica o il servomotore funzionano.

Nota: cancellare tutti i codici di errore relativi al controllo EGR

Dopo la sostituzione della valvola EGR, la centralina motore di molti veicoli deve essere appresa sul nuovo componente (taratura/regolazione base).

Nota: seguire sempre le istruzioni del produttore!

Possibili problemi dopo la sostituzione:


Dopo l’installazione si possono presentare alcuni problemi:

• Il nuovo ricambio non funziona
• Il nuovo ricambio non viene rilevato dalla centralina del motore

Possibili codici di errore relativi al montaggio di un nuovo EGR:

• P0400 – Malfunzionamento del flusso di ricircolo dei gas di scarico
• P0401 – Flusso di ricircolo dei gas di scarico rilevato insufficiente
• P0402 – Rilevato flusso di ricircolo dei gas di scarico eccessivo
• P0403 – Malfunzionamento del circuito di ricircolo dei gas di scarico
• P0404 – Gamma/prestazioni del circuito di ricircolo dei gas di scarico
• P0405 – Sensore di ricircolo dei gas di scarico – circuito basso
• P0406 – Sensore di ricircolo dei gas di scarico – circuito alto
• P0407 – Circuito sensore B di ricircolo gas di scarico basso
• P0408 – Circuito sensore B di ricircolo gas di scarico alto
• P0409 – Circuito sensore ricircolo gas di scarico “A”.

Alcuni codici vengono visualizzati se l’EGR non è stato codificato/adattato correttamente

Spesso la sostituzione della valvola stessa non soddisfa i risultati attesi, a causa della contaminazione da carbonio nel sistema. Il livello di contaminazione del sistema può essere determinato, tra l’altro sulla base della valvola EGR sostituita (vedi esempi – dovrebbe essere un’indicazione per il meccanico).



Esempio di valvola EGR (NRF 48323)


Valvola EGR originale rimossa dal veicolo



Permeabilità del sistema limitata da un’eccessiva contaminazione da carbonio

Dopo la pulizia dell’impianto, la sostituzione della valvola con una nuova e quindi l’adeguamento, i codici di guasto scompaiono.

La gamma NRF:

NRF offre più di 35 moduli EGR (include valvole e radiatori), quasi 80 valvole EGR e quasi 70 radiatori EGR per autovetture e camion per le vostre aspettative e richieste elevate. Per ulteriori informazioni, chiedi al tuo fornitore (locale) o visita www.nrf.eu

Anche in questo video vi mostriamo come sostituire correttamente un radiatore EGR:


Print article Share article